Invio fatture elettroniche a SDI con nuova interfaccia a Ribbon

Con l’introduzione della nuova interfaccia a Ribbon per inviare una fattura elettronica allo SDI utilizzare il pulsante azzurro-fluo con descrizione “Invia a SDI”

ATTENZIONE.

L’icona di invio appare solo su selezione del tipo documento specifico. Se non è presente, o in selezione c’è il gruppo generico (‘&P’) oppure il tipo documento selezionato non è abilitato all’invio delle fatture elettroniche.

Registrazione RiBa in Soluzione Dinamica

Quando viene generato un flusso di riba verso la banca il sistema effettua la seguente rilevazione contabile:

DARE

Importo complessivo della distinta presentata

Codice Conto della banca sbf impostato nell’archivio Banche Conti Correnti della banca selezionata per la presentazione

AVERE

Importo complessivo della distinta presentata

Codice conto Effetti in attesa contabile impostato in Strumenti\Parametri Aziendali\Parametri Generali\Ricevute Bancarie\Conto Portafoglio Effetti Temporaneo.

Contabilizzazione dell’incasso.

Alla fine del mese in Fatturazione\Riba\Contabilizzazione Distinte si consiglia di selezionare le riba in scadenza e passarle come incassate.

Il sistema effettuerà la seguente rilevazione contabile:

DARE

Importo della riba

Codice conto Effetti in attesa contabile impostato in Strumenti\Parametri Aziendali\Parametri Generali\Ricevute Bancarie\Conto Portafoglio Effetti Temporaneo.

AVERE

Importo della riba

Codice del cliente e chiusura della partita

Facoltativamente, in base al parametro in Strumenti\Parametri Aziendali\Parametri Generali\Ricevute Bancarie\ Creo giroconto Banca cc a Banca Sbf, se il parametro è spuntato il sistema genererà un’ulteriore scrittura contabile:

DARE

Importo della riba

Conto banca impostato nell’archivio Banche Conti Correnti della banca selezionata per la presentazione

AVERE

Importo della riba

Codice Conto della banca sbf impostato nell’archivio Banche Conti Correnti della banca selezionata per la presentazione

Aggiornamento del 20.05.2020 – 3.1.2.2

  • Aggiornate maschere di gestione con il nuovo tema con comandi a “Ribbon”. I comandi aggiuntivi per riga, oltre a essere presenti nell’hamburger, saranno visualizzati come comandi nella parte alta delle maschere.
  • In ricezione fatture elettroniche aggiunto colonna Data Registrazione.
  • Spostata la configurazione delle classi tecniche nel pannello di configurazione. (pulsante con strumenti nella barra laterale del menù principale.
  • Spostata la configurazione delle classi di acquisizione nel pannello di configurazione. (pulsante con strumenti nella barra laterale del menù principale.
  • Spostata la configurazione delle classi di cessione nel pannello di configurazione. (pulsante con strumenti nella barra laterale del menù principale.
  • Spostata la configurazione delle classi di commessa nel pannello di configurazione. (pulsante con strumenti nella barra laterale del menù principale.
  • Nella generazione del flusso dei bonifici implementato avviso per IBAN fornitori mancanti.
  • Aggiornato tabelle Natura Iva con nuovi codici. Non utilizzarli prima del 1 ottobre 2020.
  • Aggiornate maschere di generazione bonifici.
  • Nelle maschere dei documenti variata la disposizione dei filtri e aggiunto il filtro per classi tecniche.

Libri IVA – Riapertura

Procedura per annullamento stampa definitiva libri IVA.

Per annullare la stampa definitiva dei libri iva occorre seguire la seguente procedura:

In Strumenti \ Parametri Generali \ Date Bollati riportare indietro la data all’ultima liquidazione valida nei campi:
Ultima Data di Stampa Libro Iva Acquisti
Ultima Data di Stampa Libro Iva Vendite
Ultima Data di Stampa Liquidazione Iva

In Strumenti \ Parametri Iva
Selezionare l’anno interessato e, per ogni sezionale, riportare indietro la data all’ultima liquidazione valida nel campo “Ultima data bollato” e impostare l’ultima pagina valida nel campo “Nr. Ultima Pagina Libro”.

In Contabilità \ Bollati cliccare sull’ingranaggio a destra della voce di menù “Libri Iva e Liquidazione” per verificare la configurazione dei registri iva.
Nel pannello “Registri Iva” verificare la voce “Creo Giroconti automatici Iva”
Se spuntata siginifica che il sistema effettua un giroconto di chiusura iva a erario conto iva in modalità automatica su stampa definitiva libri iva.
Di conseguenza si dovrà andare nella scheda contabile del conto erario e cancellare le registrazioni automatiche di chiusura dei periodi che verranno riaperti.

Aggiornamento del 12.02.2020 – 3.0.3.353

  • Aggiornata maschera scadenziari con modifica della selezione dei filtri.
  • Implementata ricerca estesa nelle schede contabili.
  • Implementata ricerca estesa nelle fatture elettroniche ricevute.
  • Aggiornata maschera modelli contabili
  • Implementata versione 3 di sincronizzazione Fatture Elettroniche con variazione della modalità di visualizzazione degli stati di invio.
  • Bloccata con un avviso la contabilizzazione di una fattura o nota credito semplificata.
  • Correzione errore apertura DashBoard controllo invio FE.
  • Nelle schede contabili le date di inizio e fine selezione saranno proposte in base alle ultime date impostate.
  • Stampa prima nota semplificato i filtri.
  • Modificata procedura standard di creazione fatture da bolla. Verranno create in ordine alfabetico del cliente.
  • Rilasciato modulo Certificazione Unica 2020.
  • Rilasciato modulo Invio Fatture Esteri 2020 con cadenza trimestrale.
  • Impostata la preferenza percorso salvataggio bonifici memorizzata a livello di computer.
  • Impostata la preferenza percorso salvataggio file Ri.Ba. memorizzata a livello di computer.
  • Nella maschera di ricezione fatture, oltre alla possibilità di codificare un nuovo fornitore, viene data la possibilità di aggiornare l’anagrafica esistente con segnalazione se risultante differente da quella comunicata dal fornitore.

Aggiornamento del 25.11.2019 – 3.0.3.318

  • Aggiornata stampa situazioni commesse con selezione delle commesse facilitata.
  • Gestione degli omaggi nella contabilizzazione delle fatture elettroniche. Se nella fattura elettronica sono presenti delle voci con Tipologia AB verrà compilato il campo dell’importo degli omaggi. Questo importo sarà defalcato dal totale documento per la quadratura con le partite e, al termine del salvataggio della registrazione verrà effettuato un giroconto che diminuirà il fornitore e metterà in avere il conto di costo per l’importo degli omaggi.
  • Stampa libro IVA. Aggiunto somma generale dei totali documento.
  • Aggiornamento componenti di sistema.

Conto contabile proposto nei documenti.

Nei documenti gestionali (magazzino) il conto viene proposto su nuovo documento in base a una parametrizzazione che si può verificare in

Strumenti\Parametri Aziendali\Parametri Generali\Contabilizzazione Fatture Attive

voce “Contab. (1- Articolo, 2- Cliente, 3-Unico, 4-Personalizzato)”

Se impostato a 1 il conto viene preso dalla risorsa e il valore lo si può verificare/cambiare in Anagrafiche di base\Anagrafiche Risorse.
Selezionare il codice articolo e, in alto, Dati Commerciali\Agganci Contabili Risorse.

Naturalmente si possono creare più codici articolo se si hanno esigenze di conti diversi per fatturazione diverse

Se impostato a 2 il conto viene preso dal cliente e il valore lo si può verificare/cambiare in Anagrafiche di base\Anagrafiche Clienti
Selezionare il codice cliente, in alto, Dati Contabili\Impostazioni Contabili Anagrafiche
voce “Costi/Ricavi” (quasi al fondo)

Se impostato a 3 è un conto unico per tutto e lo si può verificare/cambiare in Strumenti\Parametri Aziendali\Parametri Generali\Contabilizzazione Fatture Attive voce “Conto Unico per Contabilizzazione Attiva”

Se impostato a 4 occorre chiedere all’assistenza per capire quale possa essere la personalizzazione

Naturalmente il conto proposto può essere cambiato nel documento gestionale.

Se duplico un documento verrà proposto il conto presente nel documento di origine

Durante la contabilizzazione verrà usato il conto contabile presente nel documento.

Aggiornamento del 21.10.2019 – 3.0.3.300

  • Aggiornamento componenti client al Framework 4.7 (deve essere installato).
  • Aggiunto campo tipo documento nei dettagli dei documenti.
  • Risolto problema ricalcolo scadenza su richiesta negli scadenzari.
  • Implementata nuova procedura di autorizzazioni.
  • Correzione descrizioni conti contabili in visualizza schede contabili.
  • Corretto ordinamento per data registrazione nelle schede contabili.
  • Nella codifica fornitore da Fattura Elettronica aggiunto possibilità di impostare IVA predefinita e conto contabile predefinito.
  • Aggiunto su tutte le maschere il nome dell’azienda attiva.
  • Aggiornate ricerche nominativi su pannello dei documenti
  • Reso disponibile campo codice IVA nei dettagli dei documenti.
  • Inserito due livelli di conferma su cancellazione listino.

ISTRUZIONI PER IL RECUPERO DELLE FATTURE MANCANTI SU IX DAL PORTALE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

Se le fatture risultano mancanti sul portale IX non verranno portate in conservazione. Per questo è importante recuperarle nel caso non fossero presenti.

Il portale IX mette a disposizione una procedura che permette di verificare in automatico quali sono le fatture mancanti sul portale IX rispetto a quelle pervenute sul sito dell’Agenzia delle entrate.

Vediamo i passi da seguire.

1 – RECUPERO IL DETTAGLIO DELLE FATTURE RICEVUTE SULL’ADE IN FORMATO .CSV

  • Mi collego al portale dell’agenzia dell’entrate.
  • Entro nelle fatture ricevute.
  • Seleziono il periodo che voglio prendere in esame per il confronto (massimo tre mesi).
  • Esporto la tabella in formato .csv e la salvo sul computer.

2- CARICO SUL PORTALE IX L’ELENCO .CSV DELLE FE RICEVUTE SULL’ADE PER IL CONTROLLO

  • Mi collego al portale IX.
  • Entro nell’elenco AOOS.
  • Alla voce FATT. RIC. -> scelgo la voce “Confronto CSV Ade
  • Seleziono il periodo che voglio prendere in esame per il confronto (DEVE ESSERE IL MEDESIMO SELEZIONATO SULL’AGENZIA DELL’ENTRATE).
  • Clicco sulla parte grigia e carico il file .csv che avevo salvato sul computer in precedenza.
  • Clicco su “Procedi con il confronto

3- SCARICO LA FATTURA ELETTRONICA E IL RELATIVO FILE DI METADATI DAL PORTALE DELL’ADE

  • Sul portale dell’Ade all’interno della sezione fatture ricevute ricerco il numero di sdi per la fattura mancante individuata
  • N.B. Prestare molta attenzione al fatto che il sistema di ricerca dell’Ade effettua la ricerca solo all’interno della pagina visualizzata e non all’interno di tutto il periodo selezionato. Occorre pertanto effettuare la ricerca per ogni pagina visualizzata oppure selezionare solo il giorno di ricezione della fattura interessata.
  • Una volta individuata la fattura entro nel dettaglio per scaricare il file e i relativi metadati
  • Scarico il file fattura (potrebbe essere o .xml o .p7m) e i relativi meta-dati (.xml) sul pc

4- CARICO SUL PORTALE IX LE FATTURE E METADATI MANCANTI

  • Torno nella pagina di confronto IX
  • Clicco sulla parte grigia e carico i file delle fatture e dei metadati che avevo salvato sul computer in precedenza.
  • Clicco su “Procedi con il recupero
  • Sulle righe delle fatture mancanti comparirà una spunta verde nell’ultima colonna identificata da una “nuvola”. Posizionandomi sopra con il mouse verrà indicata la voce di corretto caricamento.
  • Per verificare che le fatture siano state effettivamente caricate entro nelle fatture ricevute del portale IX e cerco gli sdi evidenziati.

5- IMPORTO SU SOL.DIN. LE FATTURE MANCANTI (ANCHE SE LE HO GIA’ REGISTRATE)

  • Entro in Sol.Din.
  • Entro nella sezione Fatture Elettroniche – Ricezione fatture elettroniche
  • Seleziono la voce “Importa da IX
  • Specifico il numero di giorni indietro per cui voglio che Sol.Din. recuperi le vecchie fatture non ricevute. (Ad esempio se la fattura è di 3 mesi fa indicherò un numero superiore ai 90 gg.)
  • N.B. L’operazione non è immediata
  • Dopo un certo periodo dovrebbero comparire le fatture che non erano state ricevute in precedenza.