01.07.2022 Invio Integrativi allo SDI

Dal 01.07.2022 diventa obbligatorio l’invio degli integrativi per le registrazioni delle operazioni soggette a iva in inversione contabile.

Le operazioni soggette a questa novità sono:

  • Acquisti in regime di Reverse Charge;
  • Acquisti di Beni da Paesi Intra Comunitari;
  • Acquisti di Servizi da Paesi Intra Comunitari;
  • Acquisti di Servizi da Paesi Extra Comunitari;
  • Acquisti di Beni già presenti in Italia da Fornitori Extra Comunitari;

Le importazioni assolte con bolla Doganale non prevedono nessuna comunicazione.

Le fatture di vendita verso l’estero devono essere inviate allo SDI come per le fatture Italia.

Le tempistiche di invio dei documenti sono:

Fatture Attive: entro 12 giorni dall’emissione per la fattura immediata e entro il 15 del mese successivo per le differite.

Fatture Passive: entro il 15 del mese successivo alla ricezione dei documenti cartacei comprovanti le operazioni.

L’Esterometro viene abrogato.

Si dovrà porre molta attenzione alla registrazione di questi tipi di documenti.

La registrazione comporta la generazione di una registrazione di acquisto, una di vendita e un documento da inviare all’Agenzia delle Entrate (AdE).

In caso di errore la modifica non è possibile se il documento è già stato inviato all’AdE.

Nel caso di una correzione si ricorda che dovrà essere effettuata sia sulla fattura di acquisto che nella contestuale registrazione di vendita e successivamente sul documento da inviare.

Il documento da inviare si trova in Fatturazione – Documenti Integrativi/Autofatture.

Nel documento integrativo si consiglia di allegare il PDF del documento originale. In questo modo dalla scheda contabile si potrà visualizzare sia la fattura elettronica che il PDF del fornitore.

Il documento inviato all’AdE ritornerà indietro come fattura acquisto e non si dovrà fare niente in quanto già registrato. Per gli utenti che hanno i servizi integrati di invio e ricezione il documento verrà gestito automaticamente.

Per informazioni dettagliate sulle modalità di registrazione rimandiamo al post dedicato: Integrazioni registrazioni acquisto reverse charge e esteri – Soluzione Dinamica (soldin.it)

Aggiornamento archivi ABICAB al 12.05.2022

Aggiornato archivio ABICAB al 12.05.2022
Per aggiornare andare in Anagrafiche di Base, Anagrafiche Generali, Anagrafe Banche e cliccare sul pulsante “Aggiorna ABI”

22.04.2022 Nuovo problema con lo SDI

Riportiamo avviso emesso da AbleTech al riguardo di un nuovo blocco sull’invio e ricezione delle Fatture Elettroniche da parte dello SDI

Si comunica che dalle ore 15:30 di oggi 22/04/2022 il Sistema di Interscambio è nuovamente fermo.
Fatture Elettroniche – Notifiche- Dati Fatture e Liquidazioni IVA caricate non verranno trasmessi\ricevuti.
Rispetto al blocco di fine Marzo il sistema è raggiungibile ma, dalle ore 15:30 di oggi, torna sistematicamente l’Errore “EI02”.
Able Tech appena il Sistema di Interscambio tornerà attivo provvederà a riprendere i flussi di invio e\o ricezione delle Fatture Elettroniche – Notifiche – Dati Fatture e Liquidazioni IVA recuperando le code che sta accumulando sui nostri sistemi

31.03.2022 – Ritardi nell’invio e ricezione delle fatture elettroniche

La SOGEI, gestore dei servizi informatici della pubblica amministrazione, ha comunicato un problema nei servizi telematici da mercoledì 30.03.2022.

Questo disservizio riguarda anche il sistema di interscambio delle fatture elettroniche che potrebbero avere un ritardo nell’invio e ricezione.

Vi ricordiamo che lo SdI si riserva in ogni caso fino a 5 giorni di tempo per l’elaborazione delle fatture e l’invio delle relative notifiche.

Intrastat 2022

Rilasciato modulo per la gestione dei flussi Intrastat 2022

Proroga Esterometro

In data 15.12.2021 il D.L. n. 146/2021 sposta al 1 luglio 2022 l’obbligo di inviare a SDI, sotto forma di fatture XML, i dati delle fatture emesse e ricevute con l’estero e mantiene attivo il c.d. “Esterometro”.

In precedenza la Legge di bilancio 178 /2020 (legge di Bilancio 2021) aveva fissato tale obbligo a partire dal 1 gennaio 2022.

La possibilità di utilizzare i tipi documento TD01; TD17; TD18; TD19 per comunicare i dati delle operazioni attive e passive effettuate con soggetti esteri rimane comunque facoltativa.

Aggiornamento del 06.12.2021 – 3.1.16

  • Sistema – Rinominata voce di menù “Editing Fatture Attive” in “Fatture Attive”.
  • Sistema – Rinominata voce di menù “Editing Fatture Passive” in “Fatture Passive”.
  • Fatture Elettroniche – Rimosso comando di importazione Fatture Elettroniche ricevute e incorporato in “Ricezione Fatture Elettroniche”
  • Fatture Elettroniche – In caso di fatture verso stato Extra UE riporta la partita iva inserita nel cliente. Se non presente inserisce codice cliente.
  • Provvigioni -Aggiornate le maschere della Gestione Provvigioni con la nuova grafica e accorpato calcolo all’interno dell’editing provvigioni. (vai al post)
  • Provvigioni -Rimossa voce di menù “Gestione Provvigioni”. La stampa di controllo è stata spostata in Gestione Provvigioni e la possibilità di variare l’agente e le provvigioni sono state implementate come comando specifico all’interno di “Fatture Attive”.
  • Provvigioni – Rinominata voce di menù “Editing Provvigioni” in “Gestione Provvigioni”.
  • Dichiarazioni di Intento – corretto inserimento quando viene eliminato il filtro sul soggetto
  • Plafond – Modificata stampa riepilogo annuale considerando le fatture in base alla data del documento e non in base alla data di registrazione.
  • Liquidazioni Iva – Aggiunto pulsanti per agevolare il calcolo dell’Acconto Iva
  • Classi Tecniche – Nella configurazione delle classi tecniche è stata aggiunta la possibilità di inserire una traduzione della descrizione
  • Classi Acquisizione – Nella configurazione delle classi di acquisizione è stata aggiunta la possibilità di inserire una traduzione della descrizione
  • Classi Cessione – Nella configurazione delle classi di cessione è stata aggiunta la possibilità di inserire una traduzione della descrizione
  • Classi Commessa – Nella configurazione delle classi di commessa è stata aggiunta la possibilità di inserire una traduzione della descrizione
  • Interfacciamento con TiSollecito.it – Portale di gestione dei crediti e dei solleciti
  • Interfacciamento FINTECH – Recupero dello score del soggetto. Richiesta dei bilanci e dei report analitici sullo stato di affidabilità

Provvigioni

Con l’ultimo aggiornamento la gestione delle provvigioni ha rimosso le varie voci di gestione dal menù accorpandole in due maschere.

Gestione Provvigioni

Nella maschera di gestione provvigioni si avrà il dettaglio di tutte le provvigioni che sono state calcolate con i vari pulsanti per le operazioni che prima erano demandate a funzioni esterne.

Sul lato sinistro ci sono i filtri per limitare le selezioni

In alto i comandi disponibili sono:

Aggiorna: per aggiornare l’elenco dei dati visualizzati

Stampa Dettaglio Provvigioni: per ottenere la stampa con l’elenco delle provvigioni con il maturato, liquidabile e liquidato

Stampa di Controllo Provvigioni: la stampa con il dettaglio di come sono state calcolate le provvigioni per ogni fattura.

Modifica: Pulsante per forzare i dati della provvigione calcolata

Elimina: Eliminare la provvigione calcolata. E’ stata abilitata la selezione multipla.

Calcolo Provvigioni: Procede a elaborare le provvigioni (sostituisce la precedente voce di menù)

Stampa Definitiva su Estratto Conto: Procede a fissare le provvigioni liquidabili su un estratto conto a una certa data.

Codice CUC nei bonifici

Nel caso in cui la presentazione di un bonifico SEPA vada in errore per la mancanza del codice CUC occorre richiederlo alla propria Agenzia e poi aggiornare il valore in Sol.Din.

Se il codice CUC è specifico della Vostra Azienda potrete inserirlo in
Strumenti \ Parametri Aziendali \ Parametri Generali \ Dati Aziendali \ Codice Univoco CBI – CUC

Se è specifico della Vostra Banca-Filiale in
Anagrafiche di base \ Anagrafe Azienda \ Banche
Selezionare la banca interessata
Pulsante Modifica
Campo “Codice CUC” (penultimo della lista)